Crea sito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

_____________________________________

 

HOME PAGE

Ritratto

del M°Giglioni

(opera di Salvatore Romano)

_____________________________________

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CURRICULUM VITAE

Alberto Giglioni è nato a Firenze. Ha compiuto gli studi musicali presso il conservatorio Luigi Cherubini di Firenze diplomandosi in composizione, direzione d’orchestra e musica corale con i seguenti maestri: Carlo Prosperi, Riccardo Luciani, Alessandro Pinzauti, Albino Varotti.

Nel 2001 ha vinto il secondo premio del concorso nazionale di composizione organistica indetto dall’A.GI.MUS. sezione di Varenna (Lecco) con il brano “Passacaglia”. Sempre nello stesso anno ha inciso per EurArte, nella prima antologia di composizioni contemporanee (volume I) Diaphonia, il brano per pianoforte “Arpeggi”. Nel 2003 è giunto secondo al concorso nazionale di Composizione per la didattica musicale: “Città di Pontremoli” con la fiaba musicale “Filastroccando” su poesie di Gianni Rodari. Sue composizioni sono state eseguite in ambito di manifestazioni concertistiche di vario genere. A questo proposito, l’Orchestra da Camera Fiorentina, nella stagione 2003-2004, ha eseguito “In memoriam” per archi. Nello stesso periodo è stato eseguito dal quartetto Raffaello “Four” per quartetto d’archi. Nel 2005 è stato segnalato al concorso internazionale Italia Guitar Festival con la composizione “Trill”. Nello stesso anno ha inciso per la EMA RECORDS “Jolly” per flauto solo (flautista Stefano Margheri). Nel 2006 è giunto I° al concorso internazionale di Composizione CE-RI-DO con il lied “Se non è all’ungherese”e nello stesso anno è stato eseguito dall’O.C.F. “Dance” per orchestra. Nel 2007, presso l’Accademia Filarmonica di Bologna, SALA MOZART, in occasione della presentazione del CD “Incanto di primavera” è stato eseguito “Jolly” per flauto solo (flauto: Giovanni Mareggini). Sempre nello stesso anno, nella Chiesa di Dante a Firenze, è stato eseguito “Sheid”: violino Beatrice Bianchi, violoncello Gabriele Cocchi.

Nell’aprile e maggio del 2008 sono stati rispettivamente eseguiti, l’Opera “Orfeo… l’ultimo spartito…” (teatro Verdi Firenze) e “Impulsus” per orchestra, eseguito dall’Orchestra da Camera Fiorentina. Nello stesso anno è stato segnalato, con il brano “Melos”, al Concorso Nazionale di Composizione Pianistica “Associazione Culturale De Musica” di Savona. Nel marzo 2009 è stata inaugurata la stagione concertistica dell’Orchestra da Camera Fiorentina con la composizione per voce recitante e orchestra …Oltre il mare…oltre il silenzio…dedicata al Maestro Giuseppe Lanzetta. Nello stesso anno risulta vincitore 3° premio exequo del concorso per Coro “Opera Omnia” con il brano “Pari a sé” su versi di Giuseppe Ungaretti. Nel 2010 chiude la stagione concertistica dell’Orchestra da Camera Fiorentina con la composizione per orchestra “Lully…Lully…” e sempre nello stesso periodo riceve il Diploma d?Onore (unico assegnato) TIM- TORNEO INTERNAZIONALE DI MUSICA ROMA, con la composizione “Impulsus” per archi. Nel 2011 l’Orchestra da Camera Fiorentina esegue “Pulsar” per archi sotto la direzione del Maestro Giuseppe Lanzetta. Nel gennaio 2012 inaugura la stagione Agimus “Careggi in musica” con “Rapsodia” per violoncello pianoforte ed orchestra eseguita dall’orchestra AgimusArte diretta dal Maestro Volpini con i solisti Luca Provenzani e Fabiana Barbini. Nell’aprile e maggio, sempre del 2012, è stato eseguito rispettivamente al teatro Comunale e al teatro Puccini di Firenze “Sirius” per orchestra. Orchestra dell’Is. Comprensivo Poliziano Direttore Beatrice Bianchi. Il 5 ottobre, al teatro Magnolfi di Prato, sono state eseguite, nel progetto di musica contemporanea, “Canon” (flauto-violoncello), “Jolly” (flauto solo), “Articolazioni” (flauto-violoncello). Stefano Margheri flauto, Sandra Bacci violoncello. Il 20 maggio 2013 è stata eseguita al teatro Puccini di Firenze l’opera “Itaca! Itaca!” e a giugno dello stesso anno l’Orchestra da Camera Fiorentina, diretta da Josè Ferreira Lobos, ha eseguito “Madeleine” per archi. Nel 2014, sempre con l’orchestra O.C.F., è stato eseguito “Incipit” sotto la direzione di Josè Luis Castillo. Nel 2015 con la medesima orchestra nel museo di Orsanmichele Firenze, è stata eseguita “Berceuse” per archi, diretta da Francesco Bossone. Nel 2016 la stessa orchestra ha eseguito “Hypogeum” sotto la direzione di Paolo Biancalana.

Per alcuni anni, Alberto Giglioni, si è dedicato, anche, alla composizione di musiche per “performance” teatrali, collaborando con l’artista Ivano Vitali: “La Casa in Chiesa” Verduno Cuneo 1999; “Festival nazionale della performance 2000” Villa Strozzi Firenze; “Exit5” Controinaip Bologna 2001; “Tamburi in azione” Villa Vogel Firenze 2002; “Performan 2004” Biennale di Venezia.

Il suo stile, partendo da esperienze d’avanguardia, si è plasmato nel tempo in un linguaggio “post neo eclettico-minimalista” che si muove liberamente su aree neotonali, atonali, politonali, coniugando il tutto in un preciso e personale percorso artistico.

"Un antico antenato "

HOME PAGE